David Miliozzi

David Miliozzi si occupa di scrittura, sceneggiatura e critica d’arte. Ha pubblicato quattro romanzi per i tipi della Pendragon: Senza parabrezza (2003), A un passo dal nulla (2005), Segni premonitori (2008) e E tutto iniziò a tremare (2018), che ha ispirato l’omonimo cortometraggio di Federica Biondi, interpretato da Catenina Shulha, Barbara Enrichi e Simone Riccioni.
Ha pubblicato racconti in varie antologie, tra cui Nero Marche (Ennepilibri, 2007) e Lavoricidi (Comunication Project, 2010). È ideatore e curatore del progetto editoriale Marche d’Autore e dei suoi quattro volumi: Il territorio (2019), I Personaggi (2020), I Nutrimenti (2021), I Traguardi (2022).
Nel 2022 ha scritto la sceneggiatura del film La Ballata dei gusci infranti di Federica Biondi, con Lina Sastri, Paola Lavini e Giorgio Colangeli, vincitore del Best Drama al Tokio film Awards.
Direttore artistico di varie rassegne culturali e festival, tra cui Nudo di Provincia e MI_, è stato membro del Cda AMAT dal 2018 al 2022. Fondatore dell’Iperespressionismo, movimento artistico che ha esposto in diverse capitali europee tra cui Roma, Praga, Berlino e Londra, David Miliozzi ha curato mostre antologiche e collettive di grande successo.
A dicembre 2022 uscirà il suo nuovo libro, la biografia ufficiale del tre volte premio Oscar Dante Ferretti.