Quel brivido tra le pagine

Non è ancora Natale ma sono sicuramente un bel regalo questi pacchi arrivati lunedì in redazione con le prime copie de “La semantica del crimine”; sfogliarle mi dà la dimensione dell’occasione che ancora una volta Scriptorama ha fornito a nuovi autori per raggiungere una pubblicazione di rilievo nazionale. La prima doverosa mail della giornata l’ho…

Continue Reading →

Antichi fasti

Il via l’ha dato una telefonata di Mirko Cardinali: «Ho qui due belle ragazze che vogliono sapere come pubblicare un libro.» All’altro capo c’ero io con un sopracciglio già alzato che immaginavo le solite adolescenti sognanti con l’ennesimo fantasy muscoloso, coacervo di sentimenti melensi. Ma diplomaticamente ho risposto «vediamo.» Una nota su Mirko Cardinali, per…

Continue Reading →

La fine del mondo che aspettavamo

Avete presente “E venne il giorno”, il film di Shyamalan? È stato l’unico “catastrofista” – ammesso che si possa racchiudere in un genere, e non credo – davvero in grado di turbarmi e mettermi addosso un senso di pericolo imminente (leggi: fifa). Sarà per la mia vena “green”, per la vecchia tessera socio WWF, per…

Continue Reading →

Chiamale se vuoi emozioni (senza censure)

Il Piccolo Festival della Paura si è concluso! Viva il Festival! Se adesso ripenso a quello che si è agitato sopra e sotto la superficie (non a caso il tema era Sottinsù, e non poteva essere più profetico) per sabotare questo evento in cui abbiamo speso anima, sangue e corpo, un po’ mi stupisco di…

Continue Reading →